Pennelli

Domande frequenti su Pennelli e Rulli

La tipologia di pennello da usare per affatticare meno il polso e la spalla dipende dal tipo di applicazione che si intende svolgere: per ogni utilizzo esiste una tipologia di pennello ideale, che consente di realizzare il lavoro in minor tempo e con minor fatica.

Il pennello, se di alta qualità come i pennelli Cinghiale, perde "peli" solo all'inizio del suo utilizzo, perchè alcune setole e filamenti possono non essersi incollati perfettamente al mastice. Si tratta di una perdita fisiologica, per questo prima del primo utilizzo è necessario immergere il pennello in acqua pulita e spazzolarlo a fondo. Dopo la perdita di "pelo" iniziale i pennelli Cinghiale non perdono più nessun tipo di filamento.

Per pitturare un muro esterno è più adatto un rullo dal diametro ampio con pelo medio lungo, in caso di muri molto irregolari si può scegliere un rullo imbottito.

Le setole dei pennelli sono solitamente fatte di filamenti naturali di peli di suino che vivono allo stato brado nel sud-est asiatico, grazie anche all'alimentazione spontanea il pelo può raggiunge anche i 10 cm di lunghezza.

Per dipingere il soffitto si può utilizzare il rullo da pittura nei diversi tessuti a seconda del tipo di pittura utilizzata e di superficie da trattare (liscia, ruvida o semiruvida) o in alternativa è possibile utilizzare un pennello di grandi dimensioni come la plafoniera o la plafonetta.

Il pennello chiamato “plafoniera” serve principalmente per dipingere muri e pareti di grandi dimensioni.

Si, i pennelli devono essere lavati dopo ogni utilizzo, questa operazione garantisce una maggiore durata del pennello.

Il pennello da utilizzare con gli smalti a solvente deve essere realizzato con una miscela di setole naturali e filamenti sintetici resistenti ai solventi.

Si il rullo può essere riutilizzato, può essere lavato e lasciato asciugare fra un utilizzo e l’altro o in alternativa può essere conservato nel nostro pratico Rocco salvarullo, che preserva il rullo per un periodo massimo di 15 giorni.

Il manico in gomma dei pennelli è più antiscivolo di quello in plastica; questo materiale, infatti, assicura una presa più sicura e una maggiore aderenza.

Un pennello può durare anche anni, la sua durata dipende da diversi fattori: qualità e tipologia delle setole, utilizzo e manutenzione. I pennelli correttamente puliti e conservati possono essere riutilizzati a lungo.